Nessuna immagine impostata
Nessuna immagine impostata

Diritto del lavoro e Terzo settore

SKU: 7620128200
Autore:
Riccobono Alessandro
Collana:

"Quaderni de « Il diritto del mercato del lavoro »" 
Vai alla collana >>>

Array
50,00 €
24h.png

PDFStampaEmail

La riforma del Terzo settore – di cui il d.lgs. 3 luglio 2017, n. 117 costituisce il baricentro – ha segnato un netto punto di discontinuità rispetto alla tradizionale considerazione delle iniziative solidaristiche della società civile come fenomeno residuale rispetto all’intervento dello Stato e del mercato.
La codificazione di un nuovo diritto degli Enti del Terzo settore, finalmente dotato di linee di disciplina autonome e uniformi, ha infatti fornito una precisa identità giuridica ad una realtà che per molti anni ha disposto di una matrice definitoria soltanto sul piano socio-culturale. Lo studio esamina le innovazioni legislative nella prospettiva lavoristica, con l’obiettivo di verificare le opportunità e i limiti di una riforma che ha istituito una catena di trasmissione stabile fra il mondo della produzione e quello delle attività senza scopo di lucro, sollecitando il diritto del lavoro ad allargare i suoi strumenti di tutela a modelli di organizzazione dell’attività umana diversi da quelli usualmente praticati nell’impresa commerciale. La disponibilità di un quadro normativo che ormai riconosce la piena maturità dell’economia civile nel sistema del diritto positivo permette di mettere in luce il fecondo intreccio tra le dinamiche evolutive del non profit e le trasformazioni del lavoro nell’epoca post-fordista, fornendo l’occasione per riflettere sulle aspettative di impatto occupazionale e di efficientamento dei sistemi di welfare che scaturiscono dalla nuova codificazione e dal modello di governance collaborativa che quest’ultima promuove per l’integrazione del Terzo settore nel processo di attuazione delle politiche sociali.

L'AUTORE
Alessandro Riccobono è Professore Associato di Diritto del lavoro nell’Università degli Studi di Palermo, dove insegna nei corsi di laurea magistrale e consulente giuridico di impresa. In questa stessa collana ha pubblicato la monografia dal titolo Organizzazione amministrativa e mobilità del personale nel lavoro pubblico privatizzato, Napoli, 2017.

Indice

Capitolo I
Welfare e lavoro nel nuovo paradigma giuridico del Terzo settore
1. Democrazia partecipativa e nuovo paradigma del Terzo settore
2. Il Codice del Terzo settore e il suo prequel
3. Diritto del lavoro e Terzo settore: un incontro difficile
4. Terzo settore e welfare. Solidarietà, managerializzazione, professionalizzazione
5. Il Terzo settore come crocevia della crisi del lavoro e della crisi del welfare. Oggetto e piano della ricerca
6. Terzo settore e promozione dell’occupazione: inquadramento assiologico e indicazioni di policy

Capitolo II
Il lavoro negli enti del terzo settore
1. Gli Enti del Terzo settore quali possibili datori di lavoro. Osservazioni preliminari
2. Il miraggio dello «Statuto speciale del lavoro nel Terzo settore» e la perdurante assenza di una sistemazione generale del lavoro negli ETS
3. Gli Enti del Terzo settore sono organizzazioni di tendenza?
4. Conflitto ideologico e lavoro nel Terzo settore, tra disciplina dei licenziamenti e diritto antidiscriminatorio
5. Il trattamento economico e normativo dei lavoratori degli Enti del Terzo settore tra finalità perequative e sospetti di incostituzionalità
6. Dentro e fuori dal Codice del Terzo settore: il criterio della maggiore rappresentatività comparata alla prova della crisi del sistema sindacale di fatto
7. Misurazione della rappresentatività e tracciamento dei perimetri nell’autogoverno dell’ordinamento intersindacale. E il Terzo settore?
8. I nuovi limiti alle retribuzioni dei lavoratori degli ETS. Osservazioni critiche

Capitolo III
Il volontariato in transizione: il lavoro gratuito tra marginalità e dono
1. Le radici culturali del volontariato moderno: la solidarietà organizzata da prototipo sociale a tipo normativo nella l. n. 266/1991
2. L’inquadramento dell’attività di volontariato nel pensiero giuslavoristico: lavoro gratuito, rapporto associativo, obbligazione senza prestazione
3. La solidarietà in trasformazione: dall’associazionismo professionalizzato al «volontariato postmoderno»
4. Il lavoro gratuito oggi: impegno sociale o «furto salariale»?
5. La nuova definizione di «volontario»: inquadramento dogmatico e modelli di responsabilità dell’impegno spontaneo alla luce dell’art. 17, comma 2, d.lgs. n. 117/2017
6. I nuovi requisiti della fattispecie e le ricadute sulla teoria del lavoro gratuito
7. L’ampliamento della presunzione di gratuità: un possibile side effect della riforma?
8. Il nuovo regime dei rimborsi spese
9. Le incompatibilità
10. Le clausole di contingentamento: organizzazioni di volontariato e dintorni
11. Volontariato e pubbliche amministrazioni: l’ambigua figura del «baratto amministrativo»
12. La nuova struttura delle organizzazioni di volontariato quali Enti del Terzo settore: il modello associativo e l’ordinamento interno

Capitolo IV
Terzo settore e sistema dei servizi sociali nell’ordinamento multilivello: welfare competitivo o collaborativo?
1. Servizi sociali e strumenti di collaborazione pubblico-privato. Note introduttive
2. Il ruolo del Terzo settore nella gestione dei servizi sociali: il modello di «quasi mercato» nella l. n. 328/2000 e nel D.p.c.m. 30 marzo 2001
3. Il sistema integrato dei servizi sociali alla prova dei fatti: quando le buone regole non bastano a sanare vecchi vizi
4. Servizi sociali, Terzo settore e mercato unico europeo: la difficile ascesa della solidarietà nella giurisprudenza della Corte di giustizia
5. Servizi sociali e servizi di interesse generale nell’ordinamento europeo: l’espansione della rilevanza economica e la portata della deroga ex art. 106, par. 2, TFUE
6. Le direttive sui contratti pubblici e il Terzo settore: l’affidamento dei servizi sociali tra concorrenza e valori extramercantili
7. Servizi sociali e governance economica tra crisi finanziaria e crisi pandemica: alla ricerca della solidarietà europea
8. Il partenariato pubblico-privato dopo il Codice del Terzo settore e la sua difficile convivenza con il Codice dei contratti pubblici
9. L’amministrazione collaborativa e l’art. 55, d.lgs. n. 117/2017: co-programmazione, accreditamento e co-progettazione alla luce delle nuove linee guida Anac sull’affidamento di servizi sociali
10. Le convenzioni per lo svolgimento di servizi sociali di interesse generale: quale convenienza rispetto al mercato?
11. Le convenzioni per il trasporto sanitario di emergenza e urgenza: un cantiere aperto
12. Cooperative sociali e concorrenza: le convenzioni ex art. 5, l. n. 381/1991, e gli appalti riservati ex art. 112, d.lgs. n. 50/2016

Capitolo V
L’impresa sociale at a glance
1. L’impresa sociale nel prisma del Terzo settore riformato
2. La dimensione partecipativa dell’impresa sociale: governance inclusiva e approccio multistakeholder
3. Inserimento lavorativo e condizioni di svantaggio: imprese sociali e cooperative sociali allo specchio

Isbn
9788849543391
Nr. Volume
22
Formato
17x24
Nr. Pagine
352
Mese Pubblicazione
Luglio
Anno Pubblicazione
2020