NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0509031090.jpg0509031090.jpg
Restauro e rinnovamento del centro storico di Napoli
SKU: 0509031090
Aveta Aldo
18,00 €

Isbn
9788849518023
Collana:

"RestauroConsolidamento"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
5
Formato
17x24
Nr. Pagine
192
Mese Pubblicazione
Marzo
Anno Pubblicazione
2009
Il saggio esamina e delinea le possibilità applicative del concetto di conservazione integrata in una città come Napoli, dotata di un centro storico eccezionale e dove la natura e la gravità dei fattori di degrado fisico, economico e sociale si contrappongono palesemente alla ricchezza ed ai valori di un patrimonio culturale straordinario. L'Autore sottolinea l'esigenza di un Piano globale di restauro e di rinnovamento urbano - in mancanza del quale non sarà mai possibile salvaguardare l'identità del sito e avanza, in tal senso, una serie di ipotesi per avviare un dibattito costruttivo con esperti, specialisti e le diverse forze sociali. Delle condizioni di permanente emergenza del centro storico vengono individuate alcune cause, recenti e non, tra le quali l'inadeguatezza di alcune scelte del P.R.G. (scarsa attenzione al rapporto tra tale tessuto urbano e la città nel suo complesso, estensione abnorme, normativa complessa, individuazione degli ambiti inadeguata). Sono presentate, quindi, una serie di proposte a scala urbanistica ed edilizia: snellimento della normativa, definizione di nuovi ambiti per piani attuativi, miglioramento delle attrezzature sociali e delle infrastrutture, corretti restauri conservativi, divieto di anacronistici ripristini filologici, architettura contemporanea di qualità nei vuoti urbani e nelle sostituzioni edilizie. L'Autore auspica, ancora, il superamento della logica della frammentarietà , tipica delle iniziative avviate nel centro storico negli ultimi decenni con enormi spendite di danaro pubblico, dimostrando l'importanza della corretta gestione delle risorse, nell'ambito di un progetto condiviso che riguardi l'intero centro storico UNESCO. Una particolare attenzione è posta al rapporto tra beni culturali e turismo, considerando quest'ultimo, correttamente inteso ed attuato, uno dei più interessanti fattori di sviluppo per il centro storico, nel rispetto dei suoi valori e della sua identità , utile alla rinascita economica e sociale della città .

L'AUTORE
Aldo Aveta
, è professore ordinario di Restauro architettonico dell'Università di Napoli «Federico II», docente nella Scuola di specializzazione in Beni architettonici e del Paesaggio. Impegnato in attività didattiche, di coordinamento didattico e di ricerca, insegna in master e Laboratori internazionali di Restauro; è presidente del corso di laurea magistrale in Architettura-Restauro nella Facoltà di Architettura. È autore di molteplici volumi, tra i quali: Tutela, restauro, gestione dei beni architettonici e ambientali (2001); Conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale (2005); Consolidamento delle strutture lignee. Diagnostica e interventi conservativi (2007); Diagnostica e conservazione: l'insula 14 del Rione Terra (2008). Ha svolto, nel corso degli anni, attività di progettazione e direzione lavori nel campo del restauro e della valorizzazione di importanti complessi monumentali (la Reggia di Caserta, la Reggia Orsini a Nola, il complesso monumentale di S. Lorenzo maggiore a Napoli).
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved