NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
La forma del vuoto
SKU: 0517088170
Balzano Daniele
18,00 €

Isbn
9788849534177
Collana:
"De l'interno architettonico"
Vai alla collana >>>
Nr. Volume
9
Formato
16x22
Nr. Pagine
160
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2017

Il ragionamento sul vuoto e la sua forma, investe l’intero complesso dell’architettura senza separare la parte tecnica e compositiva dal suo senso. Il vuoto, infatti, mette in relazione l’uomo con lo spazio fisico che lo accoglie e consente a questa relazione di definirsi, rappresentarsi e fissarsi nella memoria. Massimo Cacciari ritiene che il territorio della post-modernità sia anti–spaziale: «chiediamo al mondo esterno di dissolversi in virtuale, mentre continuiamo ad essere il luogo del nostro corpo». All’interno di questo «paradosso filosofico–estetico» è di fondamentale importanza, per la composizione architettonica, indagare il tema spaziale. Il vuoto, che sostanzia lo spazio dell’architettura, è la chiave per comprenderne la ragione ed è una questione centrale della contemporaneità, che in molti casi, fermando l’attenzione solo sul suo contenitore, ha relegato e ridimensionanto il lavoro dell’architetto al dato bidimensionale della facciata o tessile della pelle.

L'AUTORE
Daniele Balzano (Scafati, SA,1982) Architetto e dottore di ricerca in Progettazione Urbana presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”, in cotutela con l’ETSAB, Universitat Polytècnica de Catalunya a Barcellona (Spagna), presso il gruppo di ricerca LA FORMA MODERNA del Departamento de Proyectos Arquitectónicos, è attualmente Professore a Contratto presso l’Università di Napoli “Federico II”. Ha partecipato a convegni e all’allestimento di mostre; ha pubblicato articoli su tematiche inerenti: l’architettura e la relazione con la memoria, sia alla piccola scala che in quella territoriale e paesaggistica; il rapporto tra archeologia e architettura, studiando in particolare l’architettura delle terme dell’epoca romana. Tra i suoi contributi in questa collana si segnala: “Tracce”, in Renato Capozzi e Gioconda Cafiero (a cura di), Tracce antiche e habitat contemporaneo, 2014.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved