NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0784013000.jpg0784013000.jpg
Tradizione romanistica e civiltà giuridica europea
SKU: 0784013000
Astuti Guido
180,76 €

Collana:

"Ius Nostrum"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
1
Formato
17x24
Nr. Pagine
2320
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1984
II dialogo fra giurisprudenza e storiografia è costante nella cultura italiana, ma nel nostro secolo ha raggiunto gradi altissimi di intensità e incisività , caratterizzando così la coscienza che il giurista italiano ha del suo operare, come la consapevolezza che lo storico acquista del suo indagare. Se da un lato l'analisi storica non è più la consueta premessa, ma è diventata la nervatura interna alle costruzioni dogmatiche, dall'altro lato i problemi storiografici vengono affrontati e risolti alla stregua dei problemi degliordinamenti giuridici attuali. Molto, comunque, resta ancora da chiarire nelle relazioni tra quei due momenti indissociabili, pur se distinti, che sono il fare giurisprudenza per l'oggi ed il fare storiografia giuridica. In un tal quadro si inserisce la vasta produzione scientifica di Guido Astuti. In questi volumi sono stati raccolti saggi preziosi che contribuiscono non poco ad una rinnovata meditazione su motivi e problemi salienti del nostro passato e del nostro presente. In essi appare profusa la dottrina storicogiuridica ed esercitato il magistero del giurista, entrambi espressione di una sola coerente personalità . La raccolta, promossa dai professori Giovanni Cassandro (autore anche della prefazione), Severino Caprioli e Giovanni Diurni, ha anche il dichiarato scopo di onorare il giurista italiano di spiccate doti, recentemente scomparso.

L'AUTORE

Guido Astuti
nacque a Torino il 15 settembre 1910, conseguì presso quella Università la laurea in Giurisprudenza, con pieni voti, lode e dignità di stampa, il 13 luglio. 1931. Dopo un periodo di perfezionamento in Germania, ottenne la libera docenza in Storia del Diritto Italiano nel 1933, e l'incarico dell'insegnamento della stessa materia nell'Università di Camerino dal 1933-1934 al 1936-1937. Vincitore di concorso a cattedra nel 1937, successivamente professore ordinario nelle Università di Catania (1937-41), Parma (1941-48), Torino (1948-1959), Roma (1959-1973), ove fu altresì prorettore negli anni 1963-1967. Con D.P.R. 19/2/73 venne nominato Giudice della Corte Costituzionale; incarico ricoperto fino alla morte, avvenuta il 7 ottobre 1980. La sua produzione scientifica consta di un centinaio di monografie, memorie e note, in materia di esegesi ed edizione critica di fonti giuridiche medievali, di storia della giurisprudenza, di storia del diritto privato (proprietà e concessioni fondiarie, obbligazioni e contratti, ecc.), di storia del diritto pubblico (formazione dello stato moderno, problemi dell'ordinamento costituzionale e amministrativo, dell'unificazione legislativa ecc.).
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved